Al mattino ti senti già stanco

O anche al pomeriggio: vorresti avere qualcosa che in pochi minuti ti attiva o riattiva e ti mette in carreggiata

Movimento senza stress

Vuoi fare sì dell’attività fisica, ma non hai di certo voglia di fare cose impegnative anche in palestra, vuoi soprattutto rilassarti e divertirti

A volte ti scordi del corpo

ore e ore al computer, al lavoro o a casa, seduto nella stessa posizione. Quando te ne accorgi sei tutto curvo, vero?

Il Self Shiatsu: sequenze di esercizi divertenti che rilassano, attivano, risvegliano

Il Self shiatsu traduce in pratica i concetti di prendere contatto col proprio corpo

e sperimentare la consapevolezza corporea, senza stress.

Cos’è il self shiatsu

Il self shiatsu è una pratica di gruppo che racchiude in sé sequenze di esercizi selezionati da tre tradizioni distinte: il do-in, lo stretching dei meridiani e l’autoshiatsu. 

  • Il do-in è una serie di esercizi molto intuitivi, molto rilassanti e divertenti; veniva praticato in Cina nelle famiglie, per mantenersi in salute.
    Serve per riportarsi alla realtà con una botta di energia al corpo. Al mattino per svegliarsi, al pomeriggio per riprendersi un po’ dopo ore e ore davanti al computer, per esempio.
  • Lo stretching dei meridiani è una tecnica un po’ più codificata che comprende una serie di movimenti e posizioni che con un leggero stretching allungano il corpo e liberano le tensioni (la tradizione dice che portano in evidenza i meridiani energetici).
    Sono esercizi veri e propri, di solito organizzati in sequenze di durata variabile (da 5 a 45 minuti).
    Servono per fermarsi e ascoltarsi, anche per stirarsi delicatamente nelle pause del lavoro, ma con l’idea di farlo per prendersi cura di sé portando consapevolezza ad ogni azione, come in una meditazione dinamica.
  • L’autoshiatsu si compone invece di pressioni su punti e linee dei meridiani, in questo senso è molto più simile allo shiatsu tradizionale: si lavora sulla funzione di un meridiano cercando di stimolarlo per attivarlo.

Le sequenze di self shiatsu sono potenzialmente infinte (con l’esperienza potresti crearne anche tu!): si inizia imparandone qualcuna a un corso o a un workshop e poi si possono praticare anche in autonomia.

Come funziona

Per i miei incontri studio sequenze di esercizi a tema, prendendo spunto dalla teoria dei cinque movimento del taoismo, le emozioni, le fasi della vita, il rapporto con se stessi e con gli altri.

Pratichiamo gli esercizi focalizzandoci sull’ascolto del corpo e delle sensazioni nel corpo, e lasciamo la mente libera di formare connessioni, immagini e pensieri che chi vorrà potrà mettere in comune alla fine dell’incontro.

Le sequenze sono divertenti, facili, alla portata di qualsiasi età e preparazione fisica ma non per questo meno efficaci. La chiave che li rende interessanti per (quasi) tutti è che ognuno può trovare il suo modo di praticarli, perché lo scopo è ascoltare il proprio corpo e assecondarlo, volendogli bene e divertendosi.

Ognuno li fa a suo modo, dicevo, e infatti durante gli incontri aiuto ogni partecipante a scoprire come il suo corpo vuole che l’esercizio o la posizione sia eseguita. La chiave è che deve essere piacevole e non provocare tensioni fastidiose.

    Vuoi altre informazioni? Ho raccolto le domande frequenti, se non trovi la tua scrivimi pure usando la form più sotto: ti risponderò e aggiungerò la domanda in questa pagina.

    Quando e quanto

    Vuoi provare?

    Qui sotto trovi un calendario con gli eventi in programma (se ce ne sono), ma se vuoi puoi contattarmi e chiedermi di organizzarne uno per te e qualche amico oppure puoi iscriverti alla newsletter per sapere sempre quando ci sono eventi in programma e prenotare il tuo posto.

    Il costo dei workshop varia a seconda della durata e del luogo, ma sarà sempre specificato accanto a ogni evento.

    Prossimi workshop

    • 28 maggio 2019 ore 16:30-18:30
      Riconoscersi per prendersi cura – Museo di storia naturale – Certosa di Calci (PI)
    • 4 luglio 2019 ore 18:45-19:45
      Incontri gratuiti di Self Shiatsu in estate – B&B Il Molendino – Calci (PI)
    • 6 ottobre 2019 ore 16:30-18:30
      Riconoscersi per prendersi cura: l’ascolto – Museo di storia naturale – Certosa di Calci (PI)
    • 23 ottobre 2019 ore 16:30-18:30
      Riconoscersi per prendersi cura: il contatto – Museo di storia naturale – Certosa di Calci (PI)

    Scrivimi!

    Consenso all'utilizzo dei dati:

    Domande frequenti

    Ma è yoga? o thai chi? o qi gong?

    Il self shiatsu pesca gli esercizi da diverse tradizioni, da alcune delle quali hanno origine anche altre pratiche di consapevolezza corporea, per cui ci sono delle somiglianze.

    La profonda differenza è il senso per cui si fa: nel self shiatsu non c’è una posizione da raggiungere, ma quella che ogni volta è gradevole per il proprio corpo. È più libero, meno codificato (e questo non è un giudizio di merito, ma una constatazione).

    Come mi devo vestire?

    Comodo, in tuta, pantaloncini, maglietta. 

    Devi essere libero di muoverti e a tuo agio.

    Quando è meglio fare self shiatsu?

    Dipende 🙂

    Al mattino per svegliarti, al pomeriggio per sgranchirti, alla sera per rilassarti.

    Con l’esperienza sceglierai la sequenza anche proprio in base allo scopo per cui vuoi praticarla.