In questo articolo puoi leggere, guardare e ascoltare la sequenza dedicata al movimento Legno che ho preparato per il video corso online I giovedì dei cinque movimenti

In ogni articolo di questa serie avrai disposizione un video introduttivo sul movimento, e un video e un podcast della sequenza.
Ti consiglio di iniziare guardando il video e leggendo il testo, per essere sicura di eseguire correttamente gli esercizi; dalla seconda volta in poi potrai utilizzare il podcast.

Vuoi aiutarmi a rendere disponibili altri contenuti come questi?

Per creare questi materiali ci vuole tempo, fatica e studio. Io li condivido volentieri gratuitamente ma se vuoi farmi una donazione ti sarò molto grata e mi servirà per continuare a offrire queste e altre lezioni online in modo gratuito.

Dona solo se puoi, e prima di donare partecipa almeno a una lezione!

Icona di Freepik di www.flaticon.com

Il movimento Legno

L’energia legno è imprevedibile, forte, a volte persino dispersiva.

Legno, nel ciclo dei cinque movimenti, si inserisce tra l’equilibrio dell’energia Acqua e l’irruenza dell’energia Fuoco, riceve l’impeto dalla prima e mantiene vitale la seconda.

Nel ciclo annuale delle stagioni al movimento Legno corrisponde la primavera: il verde dell’erba fresca, i colori dei primi fiori, le gemme, il vento che sparge ovunque profumi e petali.

Energia Acqua

L’energia di Legno si esprime in modo esplosivo in tutte le direzioni, con entusiasmo, allegria, vitalità.

La fase della vita associata a Legno è l’infanzia: i bambini sembrano avere energia inesauribile: corrono, giocano, iniziano tantissime attività per provarle, e poi ne scelgono alcune abbandonandone altre, senza paure e senza rimorsi. Sono dispersivi, si distraggono facilmente, sono divertenti.

L’energia Legno è quella che ti aiuta a prendere decisioni: iniziare nuovi percorsi, riprendere qualcosa che avevi abbandonato, oppure decidere di smettere di sforzarti in una direzione che non sta portando risultati, e dedicarti ad altro.

L’emozione associata all’energia Legno è la rabbia.
Come il vento, anche la rabbia se ben veicolata ti porta a concentrare i tuoi sforzi, a perseguire una meta, a lottare per i tuoi ideali: ad andare in una direzione Fuoco, per continuare il ciclo dei cinque movimenti. Ti aiuta a sopportare tensioni senza lasciarti prendere, ma facendoti ragionare.
Se non è in equilibrio, la rabbia ti travolge e ti fa perdere il controllo, ti fa disperdere, come il vento quando soffia su un albero in fiore e sparge petali in ogni direzione.

I meridiani Legno

I meridiani Legno sono Fegato e Vescicola Biliare. I percorsi di Fegato e Vescicola Biliare si sviluppano in gran parte ai lati del corpo: come l’energia Legno anche i sui meridiani si aprono verso l’esterno.

La loro funzione è di immagazzinamento (il fegato: dei nutrienti, delle informazioni) e distribuzione (la vescicola biliare: quella che decide dove mandare l’energia immagazzinata da fegato).
Per la tradizione orientale sono entrambi associati a tendini e legamenti: l’elasticità mentale e quella fisica, la capacità di sopportare le tensioni, e agli occhi: per decidere dove andare devo vedere bene.

Come eseguire la sequenza

Approfitta di questi esercizi di Legno per prendere consapevolezza di cosa vuol dire per te, ora, prendere contatto con l’energia Legno.

Come sempre goditi gli esercizi, concentrati sulle sensazioni che ti restituisce il tuo corpo mentre li fai, cosa ti dice mentre si muove.
Chiediti cosa ti piace di ogni movimento e assapora quelle sensazioni prima di lasciarlo andare e passare al successivo.

Qui sotto trovi il video, il podcast e la spiegazione di ogni esercizio. Buona pratica!

Ecco il podcast della sequenza: per scaricarlo premi col tasto destro del mouse sull’immagine e clicca “salva con nome” oppure fai la stessa cosa qui: Sequenza Self Shiatsu Legno

Gli esercizi della sequenza Legno

Senti il piacere di ascoltare il tuo corpo e la tua energia legno

Ascolto

Inizia la sequenza con un momento di ascolto del corpo.

Siediti comoda e ascolta il tuo corpo, portando l’attenzione a quello che per te significa l’energia Legno: vitalità, elasticità, i momenti in cui devi fare delle scelte, la rabbia. Osserva la tua posizione: se c’è qualche parte del corpo che richiama la tua attenzione porta lì il colore, o il sapore, il suono, il profumo che associ all’energia Legno.

Testa, spalle, braccia

  • Chiudi gli occhi, raddrizza la schiena e fai delle circonduzioni disegnando un otto con la testa. Porta la tua attenzione soprattutto al lato della testa che guida il movimento, osserva cosa cambia ogni volta che cambia la guida.
  • Scegli il lato più piacevole per fermarti, inclina la testa in modo che l’orecchio sia vicino alla spalla, stai in questa posizione e respira l’energia Legno
  • Massaggiati il collo dove senti di averne bisogno, molto lentamente e con gentilezza. Se ci sono delle aree che richiamano maggiormente la tua attenzione premi con i polpastrelli, immaginando di poter portare lì l’energia Legno, come se potessi dipingerti del suo colore
  • Scendi dalla spalla alla mano, pinzandoti gentilmente il braccio con la mano a coppetta. Fallo una volta in direzione del dito medio, l’altra volta in direzione del dito anulare
  • Porta il braccio teso davanti a te e premilo verso il torace utilizzando l’altro braccio, Apri bene la mano e ruotala, per ascoltare le sensazioni e le tensioni lungo le braccia, il collo, le mani

Torna centrale, con le braccia lungo il corpo, per qualche respiro, poi ripeti l’esercizio dall’altro lato.

Questo esercizio porta l’attenzione del tuo corpo alle aree di scorrimento dei meridiani di Fegato e Vescicola Biliare su testa, spalle, braccia e mani

Torna centrale, solleva la testa, raddrizza la schiena e prenditi qualche respiro per sentire l’energia Legno

Usa questi momenti di pausa e respiro per immaginare di poter dipingere di un colore che ti ricorda il Legno e la sua energia le parti del corpo che richiedono la tua attenzione: quelle piacevoli, quelle doloranti, quelle in tensione. Se fatichi a immaginare un colore prova con un odore, un rumore o un sapore.

Respira nella tua sensazione

Torace e gambe

  • Da seduta, stendi una gamba dritta davanti a te e piega l’altra incrociandole all’altezza del ginocchio. Se sei particolarmente elastica piega verso l’interno la gamba tesa
    • allunga bene la schiena e il torace verso l’alto, poi ruota il busto nella direzione della gamba piegata

Prenditi qualche respiro per ascoltare le sensazioni del tuo corpo in questa posizione

  • stendi lateralmente la gamba che avevi piegato, e sostieniti in ginocchio con la gamba che rimane a terra
    • tieni il busto dritto e le braccia rilassate

Prenditi qualche respiro per ascoltare le sensazioni del tuo corpo in questa posizione

Ripeti l’esercizio dall’altro lato

Fai qualche respiro in questa posizione, a occhi chiusi se vuoi, e immagina di poter portare alle parti del corpo che richiedono la tua attenzione quel colore, l’odore, il sapore o il suono che per te rappresentano l’energia Legno.

Stretching dei meridiani legno

  • Siediti a terra, con una gamba divaricata e l’altra piegata con il piede verso l’interno
  • Allunga il torace e la schiena verso l’alto, porta le braccia in alto
  • Inclinati lateralmente tenendo le braccia tese

Stai in questa posizione, modificandola quanto serve per farla diventare più comoda possibile, e ascolta le sensazioni che ti rimanda il tuo corpo, immaginando di poter portare lì l’energia Legno

Ripeti dall’altro lato

Chiusura e rilassamento

Siediti o stenditi a terra in una posizione per te comoda, a occhi chiusi
Respira in modo naturale e torna con la mente agli esercizi che hai fatto e alle sensazioni che hai sentito.
Rifletti sul movimento Legno e sui suoi significati: la vitalità, la capacità di scegliere, la dispersività e la rabbia

Sii grata verso te stessa, che ti sei concessa questo tempo per osservare la tua energia legno e lasciare che avesse il suo effetto su di te. Fatti un sorriso e ringraziati.
Quando vuoi apri gli occhi.

Grazie per essere stata con me

Vuoi aiutarmi a rendere disponibili altri contenuti come questi?

Per creare questi materiali ci vuole tempo, fatica e studio. Io li condivido volentieri gratuitamente ma se vuoi farmi una donazione ti sarò molto grata e mi servirà per continuare a offrire queste e altre lezioni online in modo gratuito.

Dona solo se puoi, e prima di donare partecipa almeno a una lezione!

Icona di Freepik di www.flaticon.com