Far sorgere il sole: seminario online

La storia di Amaterasu e Ame-No-Uzume ci accompagna in un seminario di gruppo di meditazione  e counseling alla scoperta di ciò che ci serve per liberare il nostro sole nel mondo.

Amaterasu emerge dalla caverna in cui si era nascosta (Shunsai Toshimasa, 1887) Al centro c'è Amaterasu, con il sole alle spalle, davanti c'è Ame-No-Uzume che balla, a lato divinità varie che osservano
  • Sogni un tempo tuo, per confrontarti su sensazioni comuni con altre donne, in un ambiente sereno e protetto
  • Sei curiosa di scoprire qualcosa di nuovo di te e osservarlo, senza giudizio, con una guida sicura ma non invadente
  • Vuoi far sorgere il sole che hai dentro (o una delle altre stelle!): magari fino a ora solo in pochi l’hanno visto, forse nemmeno tu ❤️

E vuoi sentir raccontare una storia, parlarne, sorridere.

Faremo tutto questo insieme, in questo seminario online il 29 maggio, dalle 10 alle 12.30

Far sorgere il sole: la storia di Amaterasu e Ame-No-Uzume

Un seminario di due ore e mezza, una lunga chiacchierata (con pausa pipì) seguendo la storia di queste due dee, che si incontrano in una delle tipiche occasioni della loro vita di tutti i giorni: c’è da salvare il mondo.

Mentre le loro storie scorrono, noi alterneremo momenti di meditazione guidata al lavoro in gruppo, per esplorare i soli che teniamo chiusi nelle caverne, e i balli che ci incuriosiscono e li fanno uscire.

Come raccogliersi intorno al fuoco per meditare sulle nostre potenzialità e sul come esprimerle

  • quali sono le capacità che teniamo nascoste?
  • cosa ci serve per vederle, accettarle e – se vogliamo – liberarle nel mondo?
  • come possiamo farlo godendoci il percorso di scoperta?

Prenota subito il tuo posto: questo prezioso tempo per te costa solo 35€!

sabato 29 maggio dalle 10 alle 12.30

Come funziona

  • Clicchi su “Acquista il seminario” e poi su “Completa l’acquisto” e acquisti il tuo biglietto per Far sorgere il sole, riceverai la conferma di pagamento ed entro qualche ora il link per collegarti al seminario
  • Riceverai una e-mail con il link anche il giorno prima e un’ora prima del seminario, così non puoi perderla!
  • Sabato 29 maggio qualche minuto prima delle 10 prepara la tua copertina, una tisana o dell’acqua, e ci incontreremo nel mio studio virtuale; staremo insieme fino alle 12.30

Cosa portare

  • Per accedere al seminario ti servirà un computer o un tablet (va bene anche un cellulare, però con uno schermo più grande vedrai meglio!)
  • Un tappetino da yoga o un tappeto confortevoleun cuscino morbido e una copertina
  • Abbigliamento comodo e morbido
  • Ti consiglio di tenere con te anche un quaderno o un diario e qualcosa per scrivere o disegnare, per poter prendere nota delle tue riflessioni
  • Puoi frequentare questo seminario anche all’aperto: prepara però prima il tuo spazio e assicurati che sia confortevole e nessuno ti venga a disturbare

Ecco il programma di massima del nostro tempo insieme

  • Qualche minuto prima delle 10 inizieremo il seminario: ti spiegherò come si svolgerà il nostro tempo insieme e ci conosceremo con un cerchio di presentazione.
  • Faremo un brevissimo momento di centratura e poi inizierò a raccontarti la storia di Amaterasu e Ame-No-Uzume.
  • Alterneremo meditazioni guidate (una statica, una dinamica) a momenti di ascolto della storia.
  • La penultima pratica sarà un lavoro di ricerca e confronto in un piccolo gruppo, con una restituzione insieme.
  • Dopo il finale della storia praticheremo la Metta, la meditazione della benevolenza, e infine ci saluteremo con un momento di condivisione libera in gruppo.

Sarà un bellissimo momento di scoperta e meditazione!

Anche in questo caso non registrerò l’intero seminario, ma solo le meditazioni. Te le invierò in un momento successivo così se vorrai potrai ripeterle ogni volta che sentirai il bisogno di contattare quelle parti di te stessa che hai scoperto o riscoperto in questa mezza giornata insieme.

Sarà una mattinata bellissima!

Ti aspetto

Alcune testimonianze da precedenti seminari

L’incontro con Monja e le altre partecipanti, sebbene virtuale, è stato pregno e sentito.

Sono stata stupita da quanto intensamente ho percepito le mie sensazioni è quello che tutte le partecipanti hanno portato e messo in comune nel gruppo.

Una bellissima scoperta, e riscoperta interiore

Paola F

Restauratrice

Il seminario è stato prezioso in un momento in cui avevo bisogno di ricentrarmi e trovare un tempo di pausa per me.

Monja è una guida attenta e preparata.

Non ho sofferto particolarmente il fatto di essere fisicamente distanti, anzi!

Myriam S

Cuoca, food coach

Dedicarmi a me stessa e sorridermi durante i tuoi corsi
è stato per me una gioia e un enorme passo avanti !
Alessandra S

Artista

FAQ (Domande frequenti)

Fino a quando sono disponibili i biglietti?

La vendita dei biglietti termina venerdì 28 maggio o al raggiungimento delle 10 iscrizioni: i posti sono pochi, ti conviene organizzare subito il tuo sabato e prendere il biglietto appena puoi!

Posso tenere con me mio figlio o mia figlia?

Se non hai nessuno a cui affidarlo per queste due ore sì. Altrimenti sarebbe meglio che questo tempo fosse esclusivo e riservato per te: sono solo due ore. Chiedi aiuto e riservati del tempo per rigenerarti, da sola.

Devo iscrivermi tramite il link? Posso farti un bonifico?

Sì: scrivimi per chiedermi i dati per il bonifico. Grazie!

Se mi iscrivo e poi non posso venire mi puoi rimborsare?

No, mi dispiace, però riceverai la registrazione delle pratiche di meditazione (senza la parte della condivisione in gruppo). Leggi in questa pagina tutti i termini e le condizioni di vendita.

Altre domande? Scrivimi!

Chi sono?

Da più di dieci anni lavoro come operatrice shiatsu e self shiatsu, ho affiancato alla pratica corporea una formazione triennale come counsellor professionista per poter essere più efficace anche nei colloqui, e la pratica di meditazione è accanto a me da così tanto tempo che non ricordo la mia vita senza.

Ti accoglierò con un sorriso e senza giudicarti. Sono in costante ricerca dei miei pregiudizi per poterli superare, faccio del mio meglio per non fare discriminazioni.